accertamento-induttivo

Ancora una volta i Tribunali territoriali, in ossequio all’orientamento della Suprema Corte ribadiscono il principio secondo cui, ai fini dell’affermazione di responsabilità penale in relazione ai reati fiscali, non è sufficiente la verifica sul superamento della soglia avente rilevanza penale,  laddove l’accertamento sia stato effettuato con criteri meramente induttivi.

Per accertamento induttivo si intende quello effettuato dall’amministrazione finanziaria, deducendo quali costi, per determinare l’utile imponibile, una quota fissa pari ad una percentuale dei ricavi, secondo criteri prestabiliti dall’organo accertatore, quali ad esempio l’incidenza media delle spese in attività analoga ( ad esempio il 30% dei ricavi).

Con sentenza del Tribunale di Vercelli del 19 febbraio 2016 a carico di imputato del reato di cui all’art. 5 D. L.vo  74/2000 per non presentato dichiarazione dei redditi per un anno d’imposta, non versando la relative imposte IVA ed Irpef, l’imputato veniva assolto, perché il fatto non è previsto dalla legge come reato, per le ragioni che seguono.

Il superamento della soglia di punibilità  del novellato art. 5 D. L.vo  74/2000, pari ad € 50,000 per ogni imposta evasa non può essere accertato esclusivamente secondo i criteri induttivi di cui sopra.

Occorre, valutare, altresì, tutti gli elementi raccolti nel corso dell’istruttoria dibattimentale.

Nel caso di specie, la difesa aveva provato anche attraverso l’escussione di testi, sebbene in assenza di documentazione sul punto, di costi di produzione sebbene non specificatamente quantificati,   mai dedotti dall’amministrazione finanziaria.

L’istruttoria, pertanto, evidenziava come l’accertamento dei costi di produzione secondo  i criteri dell’organo accertatore era da ritenersi del tutto inadeguato.

Pertanto in assenza di prova rigorosa in ordine al superamento della soglia di punibilità dell’imposta evasa, il  Tribunale pronunciava sentenza assolutoria, essendo il  solo metodo induttivo  insufficiente per le ragioni sopra esposte.