bando marchi marchio

Ammontano a 2.8 milioni di euro le risorse messe a disposizione dal bando promosso dalla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM del Ministero dello Sviluppo Economico e dall’Unioncamere, finalizzato ad offrire agevolazioni per la registrazione di marchi comunitari e internazionali da parte delle micro, piccole e medie imprese.

Il bando Marchi+ prevede due misure di intervento:

  • Misura A) Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari presso UAMI (Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno) attraverso l’acquisto di servizi specialistici;
  • Misura B) Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

Per uno stesso marchio è possibile cumulare le agevolazioni previste per le misure A e B (qualora nella misura B non si indichi l’Unione Europea come Paese designato) nel rispetto dei limiti dei valori massimi indicati per marchio e per impresa.

Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere sede legale e operativa in Italia;
  • essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • essere nel pieno diritto e libero esercizio dei propri diritti civili, non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali.
  • non essere imprese in difficoltà.

Non sono ammesse ai benefici le imprese operanti nelle attività escluse dal regolamento de minimis.

Le agevolazioni non possono, pertanto, essere concesse a:

  • imprese attive nel settore della pesca e dell’acquacoltura;
  • imprese attive nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato;
  • per lo svolgimento di attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia aiuti direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l’attività di esportazione;
  • per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione;
  • imprese attive nel settore carboniero.

Per uno stesso marchio è possibile cumulare le agevolazioni previste per le misure A e B (qualora nella misura B non si indichi l’Unione Europea come Paese designato) nel rispetto dei limiti dei valori massimi indicati per marchio e per impresa.

I contenuti essenziali delle misure attivate sono di seguito sintetizzati:

Misura A) Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari presso UAMI attraverso l’acquisto di servizi specialistici
Requisiti di ammissibilità 

 

 

Possono richiedere l’agevolazione le imprese che alla data di presentazione della domanda di agevolazione abbiano effettuato almeno una delle seguenti attività:

  • deposito domanda di registrazione presso UAMI di un nuovo marchio;
  • deposito domanda di registrazione presso UAMI di un marchio registrato (o per il quale sia stata depositata domanda di registrazione) a livello nazionale di cui si abbia già la titolarità;
  • deposito domanda registrazione presso UAMI di un marchio acquisito da un terzo e già registrato (o per il quale è stata depositata domanda di registrazione) a livello nazionale.
Iniziative agevolabili In relazione al deposito di tali domande di marchio l’impresa può richiedere un’agevolazione a fronte delle spese sostenute per:a.     Progettazione del nuovo marchio (ideazione elemento verbale e progettazione elemento grafico);

b.     Assistenza per il deposito;

c.     Ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare;

d.     Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in caso di opposizione/rifiuto/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso e con una successiva richiesta, un’integrazione alla domanda di agevolazione;

e.     Tasse di deposito presso UAMI.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse di deposito) devono essere sostenute a decorrere dal 1° febbraio 2015 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Per accedere alla Misura è obbligatorio avere effettuato il deposito della domanda di registrazione del marchio per il quale si richiedono le agevolazioni e avere assolto il pagamento delle tasse di cui alla lettera “e”.

Importo massimo agevolazione L’importo massimo complessivo dell’agevolazione è pari a  € 6.000,00 per domanda relativa ad un marchio depositato presso l’UAMI.
Misura B) Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI attraverso l’acquisto di servizi specialistici
Requisiti di ammissibilità Possono richiedere l’agevolazione le imprese che alla data di presentazione della domanda di agevolazione siano titolari di un marchio registrato a livello nazionale o comunitario o abbiano già depositato domanda di registrazione nazionale o comunitaria.
Iniziative agevolabili L’impresa può richiedere un’agevolazione per l’estensione dei predetti marchi, anche con designazioni successive, tramite procedura OMPI per le spese sostenute per:

a.     Progettazione del nuovo marchio nazionale/UAMI (ideazione elemento verbale e progettazione elemento grafico) utilizzato come base per la domanda internazionale, a condizione che quest’ultima venga depositata entro 6 mesi dal deposito della domanda nazionale o comunitaria;

b.     Assistenza per il deposito;

c.     Ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare;

d.     Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in caso di opposizione/rifiuto/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa a valere sul presente bando presentando, entro i termini di vigenza dello stesso e con una successiva richiesta, un’integrazione alla domanda di agevolazione.

e.     Tasse sostenute presso UIBM o UAMI e presso OMPI per la registrazione internazionale.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse sostenute presso UIBM o UAMI e presso OMPI per la registrazione internazionale) devono essere sostenute a decorrere dal 1° febbraio 2015 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Per accedere alla Misura è obbligatorio avere effettuato il deposito della domanda di registrazione del marchio per il quale si richiedono le agevolazioni e avere assolto il pagamento delle tasse di cui alla lettera “e”.

Ai fini dell’estensione e delle ricerche di anteriorità l’Unione Europea è considerata come un singolo Paese.

Importo massimo agevolazione concedibile Per  le domande di registrazione internazionale depositate dal 1° febbraio 2015 l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

  • € 6.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi un solo Paese;
  • € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi due o più Paesi.

Nel caso in cui la designazione interessi i Paesi USA e/o Cina l’agevolazione sarà pari al 90% delle spese ammissibili sostenute sempre nei limiti previsti per l’acquisto dei servizi riportati nel prospetto sopra indicato.

In tal caso, l’importo massimo dell’agevolazione è pari a:

  • € 7.000,00 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA o Cina;
  • € 8.000,000 per ciascuna richiesta di agevolazione relativa ad un marchio depositato presso OMPI che designi USA e/o Cina e uno o più Paesi.

Sempre in relazione alle domande  depositate dal 1° febbraio 2015 per uno stesso marchio è possibile effettuare delle designazioni successive di ulteriori Paesi; in tal caso le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 7.000,00. Nel caso in cui la designazione successiva interessi i Paesi USA e/o Cina, senza che nessuno dei due Paesi sia stato designato in precedenti richieste di agevolazione, le agevolazioni saranno cumulabili fino all’importo massimo di € 8.000,00.

Per domande di registrazione internazionale depositate prima del 1° febbraio 2015 è possibile richiedere agevolazioni solo per le designazioni successive effettuate dopo la pubblicazione del suddetto comunicato; in tal caso l’importo massimo delle agevolazioni è pari a:

  • € 2.000,00 per domanda di designazione successiva di un solo Paese depositata presso l’OMPI;
  • € 3.000,00 per domande di designazione successiva di due o più Paesi depositate presso l’OMPI.

Resta inteso che nel caso di designazioni di due o più Paesi effettuate in momenti diversi l’importo massimo cumulabile delle agevolazioni sarà di € 3.000,00.

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la Misura A sia per la Misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di € 20.000,00.

Le domande potranno essere presentate fino all’esaurimento delle risorse. La procedura on line per la compilazione del form è disponibile sul sito www.marchipiu2.it.

Per accedere all’agevolazione le imprese devono:

  • compilare obbligatoriamente il form on line che consentira l’attribuzione del numero di protocollo, che dovra essere riportato nella domanda di agevolazione;
  • presentare le domande per l’agevolazione entro 5 giorni dalla data del protocollo assegnato mediante compilazione del form on line, attraverso Posta Elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: marchipiu2@legalmail.it.

Le risorse saranno assegnate con procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande e sino a esaurimento delle stesse.

L’istruttoria delle domande è effettuata dall’Unioncamere che verifica la regolarità formale e la completezza della domanda di agevolazione, la sussistenza dei requisiti, le condizioni di ammissibilità previste dal bando, nonché sulla base della documentazione prodotta, la coerenza e congruità delle spese sostenute per l’acquisizione dei servizi previsti dalle singole Misure.

L’istruttoria si conclude con un giudizio motivato, positivo o negativo, in merito alla concessione o meno dell’agevolazione mediante comunicazione all’impresa interessata.

L’agevolazione sarà erogata dall’Unioncamere direttamente sul conto corrente bancario indicato dalla impresa beneficiaria entro 60 giorni dalla comunicazione della concessione dell’agevolazione stessa.

app

Le APP fanno ormai parte della nostra vita.

Con la diffusione di smartphones e tablets stanno sostituendo il PC e i vari programmi che siamo abituati a utilizzare. Con le App telefoniamo, giochiamo, chattiamo, socializziamo, facciamo i conti, leggiamo libri, prenotiamo un viaggio, un ristorante, organizziamo la nostra vita. L’elenco è lungo e ogni giorno nuove APP compaiono negli stores.

Ma attraverso le App si fa anche molta comunicazione. Si propongono servizi e prodotti, si danno informazioni, si mantiene un contatto con i clienti, se ne trovano di nuovi.
La comunicazione attraverso le App ha molti vantaggi, è efficace, arriva direttamente al destinatario, è poco invasiva, se fatta bene, rimane per poter essere vista dopo, raggiunge potenzialmente quantità di persone molto grandi.

E soprattutto è duttile. Qualsiasi settore merceologico, qualsiasi azienda di qualsiasi dimensione può comunicare con le APP.

Pensateci!

#APP

comunicazione

Questa campagna che sta facendo il giro del web è un esempio lampante e sbagliato.

Una pubblicità, un depliant, una campagna web, qualsiasi forma o ambito prenda la comunicazione, si basa su una considerazione fondamentale.
La decodifica razionale della comunicazione vale non più del 10% della sua capacità di comunicare. Il restante 90% è fatto delle sensazioni, dei riferimenti psichici, delle emozioni, dei desideri che suscita. In questo caso tutto ciò è stato dimenticato.

Dal punti di vista logico è complessa, ma può avere senso. Ma dal punto di vista percettivo è il contrario e quindi dannosa, quasi un disastro. Ottiene l’effetto inverso a quello voluto. È un caso eclatante, ma spesso, in maniera meno evidente molta comunicazione dimentica l’aspetto percettivo e non ottiene i risultati sperati. Non basta fare una comunicazione “carina” o “impattante”, deve essere pensata bene avendo ben presente quel che l’utente percepirà.

#comunicazione

Web-Marketing

Il web-marketing è un oggetto meno “misterioso” di quanto non possa sembrare. Una campagna web-marketing di successo si basa sostanzialmente sugli stessi temi del marketing “tradizionale”. Quel che cambia sono i media e il modo di usarli.

I temi più analizzati anche nel campo del web-marketing, non sono mai mutati nel tempo: le pulsioni d’acquisto (volontarie, involontarie), l’analisi motivazionale, le tipologie di acquisto (razionale, compulsivo e altre tipologie), l’influenza dei processi sensoriali sulla valutazione dei prodotti (psicofisiologia della percezione) e i processi mentali attivi nelle fasi di scelta, valutazione e utilizzo dei servizi o prodotti (neuromarketing). Sono i temi del marketing “off-line”
Lo scopo principale di una buona campagna di web marketing (o di marketing più ad ampio raggio) deve saper interagire perfettamente con un attento studio della strategia comunicativa costruita sulla base di elementi psicologici altamente determinanti a seconda dello scopo finale.

Non è possibile far prescindere la buona riuscita del lancio di un prodotto sul mercato da cause psicologiche volute o meno dai pubblicitari.

Qualsiasi prodotto o servizio che catturi la nostra attenzione, l’intera strategia comunicativa alle sue spalle e la campagna di marketing adottata nella fase di promozione, portano dietro un’attenta valutazione dei nostri bisogni più intimi e delle nostre paure, sanno offrirci una pronta soluzione ed per questo che sanno indurci in una valutazione positiva, che noi lo crediamo davvero o meno. Sul web e fuori dal web.

Professionisti al servizio delle imprese